Bruxelles

Bruxelles non è tra le capitali più famose per i Mercatini di Natale, ma la curiosità di vedere come la città si veste per le feste natalizie ci ha portato a sceglierla, oltre al fatto che i voli a dicembre sono è abbastanza economici. Sicuramente non si possono paragonare a mercatini di lunga tradizione e come Dresda o Liegi, ma è indubbio che  l’atmosfera natalizia rende ancora più magico il centro storico di Bruxelles.

I  due chilometri di casette in legno che ospitano i mercatini possono essere una delusione per i chi è in cerca di oggetti artigianali e particolari perché la maggior parte delle casette sono gastronomiche e il restante vende oggetti che si possono trovare in qualsiasi altro mercatino; ma se come me siete siete un “esploratore gastronomico” questa è la vostra mecca, si trovano ottime specialità culinarie belghe e del nord europa.

L’itinerario natalizio di Bruxelles inizia a Grad place , in cui si trova un gigantesco albero di natale è addobbato con luci al e un presepio vivente, anzi quasi vivente,  con animali veri e manichini. Dalla piazza proseguendo in Rue du Beurre si trovano le prime casette in legno, è da qui che inizia il percorso dei mercatini che attraverso di le vie della città vi condurrà fino a Plaisirs d’Hiver che è il cuore del Natale a Bruxelles. Durante il periodo natalizio a Plaisirs d’Hiver è riempita di casette di legno, in più viene costruita una pista di pattinaggio e montata una ruota panoramica.

mercatini_natale_bruxelles_ruota_panoramica

A Natale a Bruxelles è da non perdere un giro sulla ruota panoramica che regala una vista mozzafiato su tutta la città e l’affascinante spettacolo di luci e musica  che ogni sera colora i palazzi di Grad place rendendola ancora più magica.

Brugge

mercatini_natale_brugge_brugesTre giorni a Bruxelles basto per visitarla per cui uno l’abbiamo dedicato a Brugge, chiamata in francese Bruges, è a un ora di treno dalla capitale del Belgio, il cui centro storico è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO per la architettura medioevale perfettamente conservata. Brugge viene chiamata la Venezia del Nord perchè è attraversata da canali, e come tutte altre città che assomigliano a una Venezia di “qualcosa”, non ha nulla a che fare con la città lagunare, anzi la bellezza di Brugge viene offuscata dall’ infelice paragone. Infatti il centro storico di Brugge è una luogo unico, i palazzi medioevali sono così ben conservati che sembra che il tempo si sia fermato. Il viaggio a Brugge merita per la città in se e non per il mercatini che vengono allestiti nella spettacolare Piazza Mercato, Grote Markt, non sono molti e offrono le stesse cose che trovate a Bruxelles, molto cibo e poco artigianato, e nemmeno l’albero allestito nella vicina piazza del Burg è paragonabile a quello di Grad place, ma è qui che si trova l’incredibile Palazzo comunale da cui ci aspetta di veder uscire da un momento all’altro una cavaliere in armatura. In qualsiasi periodo dell’anno si venga Brugge è da non perdere!