Parenzo è una delle mete migliori per il turismo estivo

Fin dai tempi della Jugoslavia, Parenzo, assieme a Rovigno, è una delle mete predilette del turismo estivo.
Con la nascita della Croazia il turismo è diventato una risorsa fondamentale per l’economia nazionale, e proprio perciò sono stati fatti importanti investimenti mirati ad incentivarlo, come ad esempio la nuova autostrada che collega Trieste a Pola, cercando sempre di far convivere il tutto con l’ambiente naturale nel modo meno dannoso.
Anche il centro storico di Parenzo nel corso degli ultimi anni è stato notevolmente sistemato, e molti Hotel risalenti al periodo dell’ ex-Jugoslavia sono stati completamente rimodernati, portandoli a competere come standard e soprattutto come prezzo, con l’offerta turistica delle mete italiane più blasonate.
La sera il centro storico si affolla di turisti, la piazza principale è spesso animata da spettacoli e concerti, e nei viali più centrali colpisce l’incredibile susseguirsi di ristoranti di pesce, gelaterie, negozi alla moda “made in Cina”, lounge bar.
Se cercate invece un po’ di tranquillità abbandonate il caos della via principale e smarritevi attraverso i vicoletti più nascosti: lì dove il tempo sembra essersi quasi fermato, scorgerete ristoranti più intimi, gallerie d’arte, negozi di artigianato locale fino ad arrivare alla passeggiata lungomare, dove vi sorprenderà una luccicante sfilata di yacht di lusso che puntualmente attirano gli sguardi di curiosi turisti, intenti a rubare qualche scatto proprio mentre i ricchi proprietari cenano in bella mostra; superata la zona più vip della cittadina, il lungomare prosegue attorno tutta Parenzo, sino alle luci psichedeliche del luna park.
E’ però di giorno, mentre i turisti oziano al mare, che si può apprezzare al meglio la bellezza di Parenzo; vincete il caldo e perdetevi nei suoi vicoli scoprendo quanto della vicina Venezia, che ha dominato questi luoghi per secoli, si può ritrovare nella forma dei palazzi, nelle veneziane alle finestre delle case; prima dei Veneziani, furono gli ostrogoti e i romani a gettare le fondamenta della città, che ancora oggi resistono e si riconoscono nella grande Basilica Eufrasiana.

croazia parenzo