Mi sono chiesta più volte per quale motivo avrei dovuto scegliere proprio Malta come meta delle mie vacanze. Molti dei miei amici single mi avevano consigliato questa destinazione perché ricca di discoteche e spiagge in cui fare nuove conoscenze, ma le numerose attrazioni dell’isola e le attività che qui si possono praticare la rendono una meta ideale anche per coppie e famiglie. Sono stata costretta a ricredermi dopo aver visto alcune foto di questa meravigliosa isola e dopo essermi documentata a dovere sugli svaghi che Malta sa offrire. Per questo motivo, ho pensato di condividere la mia esperienza di viaggio e di raccontarvi qualcosa su alcune delle spiagge dell’isola.

Dopo aver acquistato il biglietto aereo, bisogna ora trovare l’alloggio giusto. Io quando viaggio preferisco prenotare in un hotel, magari con mezza pensione, così quando rientro dopo una lunga giornata spesa in giro per l’isola trovo tutto pronto.
Il mio alloggio era situato a nord, più precisamente a Cirkewwa, a pochissima distanza da Paradise Bay. L’ Hotel Paradise Bay Resort di Malta deve infatti il suo nome proprio a questa spiaggia e a prezzi ragionevoli mette a disposizione ampie camere da letto con aria condizionata, connessione internet WiFi gratuita (ideale per postate ogni sera le foto sui social e fare invidia agli amici 😉 !) e piscine all’aperto.

L’isola di Malta non è grandissima, ma per gli spostamenti interni vi consiglio di noleggiare un’auto o di utilizzare i mezzi pubblici. Se decidete di noleggiare un’automobile ricordatevi di fare molta attenzione perché la guida è a sinistra!

Ghadira Bay

Ghadira Bay

La mia prima meta è stata Ghadira Bay, situata a poca distanza dall’omonima riserva naturale e ben collegata alle linee del trasporto pubblico (la stazione degli autobus dista appena due minuti a piedi). La sabbia, finissima e dorata, permette ai bambini di giocare in tutta serenità ed è forse questo il motivo per cui questa spiaggia viene scelta non solo dai giovani amanti della tintarella ma anche dalle famiglie alla ricerca di svago. Se aguzzerai la vista noterai diversi gruppi di ragazzi intenti a praticare sport come la canoa o a nuotare con dei “bananoni”, piccole imbarcazioni gonfiabili in grado di ospitare una o due persone. Se non sai nuotare, non importa: il fondale sfiora appena i 50 centimetri nel punto più alto!

malta_golden_bay

Golden Bay

Mi sono chiesta quale spiaggia potesse essere adatta agli amanti degli sport acquatici: sdraiarsi in riva al mare è piacevole ma stare sulla battigia a poltrire non è mai stato il mio forte. Ho pensato così di recarmi presso la Golden Bay. Questa spiaggia è caratterizzata non solo da una lunga distesa di sabbia ma anche (e soprattutto!) da una forte esposizione al vento, motivo per cui è frequentata da molti velisti a cui potersi unire.

malta_paradise_bay

Paradise Bay

Non credo possa esistere un nome più appropriato per la Paradise Bay. In questo angolo di paradiso è possibile immergersi nelle acque cristalline dello stretto che separa Malta da Gozo o sdraiarsi sulla mezzaluna sabbiosa che circonda le acque. Uno spettacolo imperdibile è senza dubbio il tramonto sul mare: vedere il sole sparire dietro le rocce bianche e la fitta vegetazione è estremamente romantico!

Ho scelto di visitare anche Gnejna Bay. Anche in questo caso, la profondità non supera i 50 centimetri ed è possibile camminare a lungo cullati dalle onde, ammirando l’orizzonte e lasciandosi accarezzare dai raggi solari. Se poi si ha voglia di fare qualcosa di diverso, le guide del luogo sono sempre disponibili per affittare delle canoe con cui partire all’esplorazione del golfo: un buon modo per conoscere meglio il luogo visitato.

malta_peter_pool

Peter’s Pool

Consigliata da alcune persone del luogo, ho deciso di farmi coraggio e affittare una jeep con cui partire alla volta della Peter’s Pool. Come suggerisce il nome, si tratta di una piscina naturale, formatasi laddove una volta sorgeva una salina. Lo spettacolo è particolarmente suggestivo ed è in grado di conquistare non solo gli amanti della natura allo stato selvaggio, ma anche gli appassionati nuotatori. La “piscina” è accessibile soltanto da una scaletta scavata nella roccia e particolarmente ripida e la totale mancanza di servizi rende lo spazio inadatto alle famiglie con bambini piccoli ma perfetto per giovani esploratori. Il consiglio? Da vedere, almeno una volta nella vita: il silenzio, il mare limpido e il sole abbagliante fanno di questo luogo un vero spettacolo.

Dopo aver nuotato, camminato (ed essermi persa nelle stradine locali!), ho deciso di fermarmi a cenare in un ristorante tipico: nessun viaggio sarebbe completo senza aver assaggiato qualche specialità del posto.
Per questo, ho deciso di fermarmi al
Venus Restaurant, un locale caratteristico in cui poter gustare specialità a base di carne o pesce. Il menù è interamente in lingua inglese ma il personale è estremamente cordiale e pronto ad aiutare anche i turisti che non parlano bene la lingua. Il cameriere mi ha servito subito un piatto con del pane e del burro, come da usanza locale. La prima portata è stata una pasta ripiena di datteri: una vera squisitezza! A seguire, ho ordinato una porzione di coniglio in umido (il cosiddetto fenek stuffat): anche in questo caso, un piatto squisito e abbondante. Se, come me, non sapete rinunciare al dolce, provate i pastizzi: piccole sfoglie ripiene di ricotta, servite tiepide per dare massimo risalto al ripieno.

In conclusione, posso confermare che Malta rappresenta una delle destinazioni di viaggio più stimolanti non solo per giovani gruppi di viaggiatori e per i single desiderosi di fare nuove amicizie, ma anche per le famiglie e le piccole comitive che vogliono allontanarsi dallo stress cittadino e scoprire dei luoghi paradisiaci! Fate le valigie e prenotate la vostra vacanza: non ve ne pentirete.

Siti utili

Trasporti pubblici di Malta