In Messico, la penisola dello Yucatan ha spiagge dalla sabbia bianchissima bagnate dalle acque turchesi del mar dei Caraibi. In particolare, Tulum e Cancun con le loro bellissime spiagge hanno molto da offrire, ma in modo diverso; qual è dunque la scelta migliore?

Tulum

Tulum è una cittadina che si estende ai lati della statale che collega Chetumal a Cancun, e sembra offrire a prima vista solo ristoranti e hotel economici, ma ci si accorge poi in fretta che è invece una delle zone balneari più belle del Messico. Il litorale, che dista circa cinque chilometri dal centro, è una spiaggia di sabbia finissima e bianca, con un mare dai colori smeraldini e turchesi dove potersi rilassare al sole, che non è mai eccessivamente caldo grazie alla piacevole brezza che soffia dal mare.

Dalla spiaggia si possono ammirare le rovine Maya che dominano il mare da un alto promontorio. Le rovine di Tulum non hanno la stessa magnificenza degli altri siti archeologici del Messico, ma l’unicità del luogo in cui sono stati edificati, sulla costa a guardia del mare, le  rende uno dei posti più affascinanti del Messico.

Alla sera la sonnolenta Tulum si anima,  e nonostante sia una località balneare importante, la città mantiene una atmosfera tipicamente messicana. I ristoranti attirano sia turisti che gente locale ed offrono ottimi i piatti tipici; ci sono inoltre un paio di locali dove ascoltare musica e negozi dove poter acquistare prodotti dell’artigianato locale.

tulum messico

Cancun

Le spiagge di Cancun si trovano a nord ovest della città, sul lato est di quel lembo di terra chiamato Isla Cancun che forma la laguna di Nichupté. La spiaggia di sabbia bianca è bagnata dal mar dei Caraibi, che qui si colora di un intenso azzurro. L’Isla viene anche chiamata non a caso zona hotelera, proprio perché alle spalle della spiaggia si innalzano giganteschi hotel, e spesso per raggiungere il bagnasciuga bisogna passare attraverso uno di questi.

Cancun è una della mete preferite dai teenager statunitensi, che trovano qui locali, divertimenti, ed alcolici a buon prezzo; di giorno affollano la spiaggia con feste a base di musica a tutto volume e alcool, e alla sera riempiono i locali di tutta la zona hotelera che offrono lo stesso “menu” di musica e ancora cocktail ad elevato tasso alcolico. Ovviamente non è questo il “vero” Messico, ma una zona di divertimenti che non dorme mai, dove si susseguono i più noti brand americani come Hard Rock caffè, Starbucks, o McDonald’s per far sentire a casa il turista statunitense.

Ma Cancun ha anche altro da offrire, sempre nella zona hotelera ci sono due siti Maya che meritano di essere visitati, El Rey Zona Arqueológica e Yamil Lu’um, il primo distante dal caos dei divertimenti, il secondo incastrato tra due hotel.

Cancún Messico spiaggia

Conclusioni

Tra le due ho preferito Tulum, perché la bellissima spiaggia non è mai affollata e la natura che la circonda non è stata, almeno per ora, usurpata. Cancun avrà anche una bella spiaggia ma il ricordo che mi rimasto di più è il caos e i giovani ubriachi che l’affollano.

E secondo voi quale è la spiaggia migliore?

Consigli

A Tulum dovete soggiornare alla Posada Yum Kin, è un po’ lontano dal centro ma le sue 11 suite sono dei gioielli, appartamenti arredati in legno con un gusto eccezionale e circondati da piante tropicali. Per mangiare provate i piatti tipici della cucina messicana al Don Cafeto’s ma attenti al peperoncino che si trova nelle verdure in salamoia che vi portano come antipasto di benvenuto, è potentissimo, l’ho mangiato e pensavo di morire 😀 .